Ricerca articoli

Giovedì, 18 Novembre 2010 21:10

HEIKE HAS THE GIGGLES + IORI’S EYES­ + CUT dal vivo @ COX 18_MILANO

Scritto da 
Vota questo articolo
(0 Voti)

VENERDì 29 OTTOBRE

 

Questo è il quarto evento di ottobre organizzato dal sito  rock.it che vede protagoniste giovani realtà musicali italiane nell’ambito del mondo indipendente. Principalmente sono stato attirato dalla partecipazione alla serata dei Heike has the Giggles  ma sono rimasto piacevolmente colpito anche dai milanesi Iori’s eyes e dai bolognesi Cut che sinceramente non conoscevo.


Aprono per primi gli emiliani Heike has the giggles, il cui primo disco che adoro, ho già avuto l’occasione di menzionare nella mia recensione 10 dischi per una giornata d’estate. Devo dire che avevo molte aspettative prima di vederli che sono state confermate, anzi superate. Mi aspettavo dei musicisti ultra trentenni con tanta esperienza e maturità artistica, ma con enorme stupore ho scoperto che sono ragazzi poco più che ventenni e che sul palco hanno una compatezza e tecnica invidiabile anche da band navigate.
Dopo la loro esibizione ho avuto il piacere di scambiare  quattro chiacchere con Emanuela la cantante degli  Heike.  Mi ha raccontato il suo amore per PJ Harvey e Sleater Kinney, un po’ la storia del gruppo:  suonano assieme dal
2007, dopo l’uscita di “sh! “ il loro primo album, a febbraio hanno fatto una cinquantina di date (e si sente per la loro tecnica e attitudine sul palco) hanno anche suonato negli States , precisamente a Brooklyn la nuova zona “cool” nell’ambito artistico-musicale di New York.


E’ arrivato il momento dei IORI’S EYES band di punta della serata perche’ sono gli unici milanesi, con già un fitto pubblico di affezionati sebbene siano solo al secondo ep, Matter of time che dopo il concerto mi sono affrettato ad acquistare. Sono in tre Clod (chitarra e voce)Sofia (basso, synth e voce)Giacomo(batteria,percussioni,voce,tastiere). Su disco rispetto al live sono molto più elettronici, il loro secondo ep Matter of time è un progetto artisticamente molto elevato sia nel packaging che nella musica. Il libretto in cui è contenuto il cd è composto da varie pagine tra stupendi art-work disegnati da diversi artisti, testi e una foto della band, splendido lavoro, già solo per questo da collezione. Musicalmente sono una commistione tra electro, pop e psichedelica, dal vivo  mi hanno primariamente ricordato Flaming Lips e Mercury Rev ma, ad un ascolto più attento, il riferimento va diretto ad Animal Collective, Grizzly Bear e Wild Beasts.



Chiudono la serata i CUT storico gruppo punk-noise garage di Bologna attivi sin dal 1996
con molti  album all’attivo. Sono più famosi all’estero che in Italia :  hanno infatti  girato in tour  Europa e Inghilterra dove hanno ottenuto un buon successo di critica  e pubblico a livello indipendente. Sono  qui in Conchetta anche per presentare il loro nuovo lavoro Annihilation Road che purtroppo non ho potuto prendere, perché il buget della serata  mi è finito nell’acquisto dell’ep dei IORI’S EYES. Dal vivo mi sono piaciuti molto: un set di 40 minuti con riff incendiari e chitarre fumanti e con un folto pubblico in vero delirio sonico; al più presto recupererò il loro ultimo album, intanto per farvi un’idea del loro sound andate sul loro myspace: http://www.myspace.com/cuttheband

Letto 1807 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Febbraio 2013 22:40