Ricerca articoli

Administrator

Administrator

Martedì, 23 Febbraio 2010 18:46

NO LOGO

 NO LOGO-Economia globale e nuova contestazione- di NAOMI KLEIN

nologo

Recensione di DANNY B

Più che una recensione, la mia vuole essere un invito alla lettura, poiché questo libro e’ oramai uscito da diversi anni ma e’ comunque una di quelle letture fondamentali per capire il mondo in cui viviamo: economia globale e nascita del movimento no global, il cui tentativo è di far prendere coscienza mostrando l’orrore che sta dietro alla realtà delle multinazionali e dei marchi.

Lo scrittore Matteo Sartori autore de "Regole di famiglia"  ISBN: 9788876381737 (ISBN editore) e  "Il magro Rio e la minoranza silenziosa"ISBN 88-7684-448-1 (Frassinelli )viene intervistato al Fnac

 

Ecco finalmente il secondo capitolo della triologia d’interviste  a registi. Avevo iniziato con Fausto Caviglia per quanto riguarda i cortometraggi e adesso ospito Laura Chiossone affermata e talentuosa regista di video clip e non solo. Buona Visione

 

INTERVISTA A UN REGISTA EMERGENTE: FAUSTO CAVIGLIA

di Danny B.

Quando hai iniziato a capire che avresti voluto fare il regista?

Ho iniziato a lavorare in pubblicità, dopo la laurea in scienze politiche, come copywriter. E ho iniziato a frequentare, nell’ambito di questo lavoro, dei set di spot pubblicitari anche se la mia partecipazione era da esterno perché collaboravo alla creazione dell’idea più che alla realizzazione. Nel corso di questo periodo mi sono reso conto che preferivo un’attività più legata alle immagini. Mi sono così iscritto a un corso di sceneggiatura e regia per avere un’idea di massima di quello che poteva essere il mondo del video. Quando è finita la mia esperienza da copywriter ho deciso di dedicarmi al video.

Quali difficoltà hai trovato all’inizio?

All’inizio il problema grosso è stato quello di comprendere veramente quello che succede durante la produzione. Per capirlo devi frequentare i set, cosa non semplice perché, comunque sia, è difficile essere scelti a lavorare in questo contesto senza avere una minima esperienza. Perché un set é una situazione di equilibrio: infatti i registi spesso tendono a riconfermare le persone con le quali hanno già lavorato piuttosto che prendere persone nuove con le quali è necessario scontare un periodo di conoscenza. Al tempo non mi rendevo conto di quanti ruoli esistono su un set cinematografico: ce ne sono davvero tanti.

Quello che ho fatto io é stato cercare di contattare dei produttori e di propormi agli amici che lavoravano nel settore e devo dire che, faticando, qualcosa sono riuscito a fare: all’inizio ho cominciato andando a vedere cosa succedeva, a fare delle assistenze, a fare facchinaggio sui set di documentari e cortometraggi. Naturalmente una gavetta fatta senza guadagnare niente. Ricordo che per mantenermi facevo lavori di diverso tipo anche non attinenti a quello che volevo fare: ho lavorato in magazzino, ho fatto interviste di marketing sui treni, sono andato ad insegnare ad usare il computer... Intanto le mie idee diventavano sempre più chiare. Dopo un po’ ho provato a proporre dei progetti. E i miei primi lavori sono stati dei videoclip: per i Sux!, gruppo indipendente milanese, e i Sursumcorda. Questi lavori sono stati apprezzati e anche premiati. “Questo istante” dei Sux! ha vinto il premio Fandango a Roma, il premio Divinazione a Milano e ha ricevuto diverse nomination al m.e.i. (meeting etichette indipendenti); questa cosa mi ha dato un po’ di visibilità ma anche molta credibilità tra le persone del settore. Da lì ho iniziato ad approfondire i miei studi di regia per dedicarmi di più a questa professione. Ho un po’ abbandonando la scrittura e ho cercato nel corso del tempo di crearmi dei collaboratori fissi per avere poi una troupe solida e affiatata. Dietro a tutto questo c’è un amore per il cinema che mi porto dietro da quando avevo vent’anni.

segue........

Martedì, 27 Novembre 2012 20:36

Spettacolo CAI

Giovedì, 29 Settembre 2011 10:07

programma

Giovedì, 29 Settembre 2011 10:01

Concerto di fine estate

Martedì, 12 Luglio 2011 21:27

Festa Patronale di Vaprio d`Adda

Eccoci pronti per una nuova avventura, domenica 26 giugno ci sarà una manifestazione in paese legata alla festa patronale (S. Pietro e Paolo – 29 giugno) e noi ci vogliamo essere.

É tutto un fervore di attività, ci sono le magliette da dipingere, lo striscione da preparare, i pieghevoli da sistemare, gli oggetti da mettere a disposizione per la raccolta fondi ad offerta libera da scegliere.

Acci... ce la faremo? Mancano solo pochi giorni, l'agitazione si fa avanti quando …... squilla il telefono e il nostro amico Giuseppe Pezzi ci propone un'ulteriore sfida.

Ci sono 12 pannelli da sistemare, nessuno si propone e allora si pensa al Germoglio …. Eh già, secondo voi il Germoglio non accetta le sfide?

Il lunedì precedente la festa arriva il camioncino carico di pannelli da pulire e da rivedere …. primo risultato ottenuto è un vetro rotto del doblò della cooperativa Le Vele, per fortuna le cose si sistemano e possiamo scaricare i pannelli nel corsello dei garage della Residenza la Gabbianella.

Urka, come sono ridotti, un vero disastro ….. come faremo? Mah per ora puliamoli, poi vedremo.

Giuseppe ci suggerisce di ridipingerli con della cementite visto che i danni sono davvero troppi, con un po' di titubanza accettiamo e Fabio e Giuseppe partono per fare spese.

Proteggiamo il pavimento del corsello con dei fogli di plastica e si parte per ridipingere tutto.

Il nostro pittore migliore è Fabio, che ci mette attenzione e cura e, alla fine di due giorni faticosissimi ma di grande resa, i pannelli sono perfetti, sembrano nuovi!!!!!!!!!!!

SIAMO BRAVIIIIIII!

Per dire il vero saremmo stati ancora più bravi se a qualcuno fosse passato per la mente l'idea di fotografare i pannelli prima e dopo, ma, ovviamente, nessuno ci ha pensato se non troppo tardi.

Siamo stanchi, ma sappiamo che tre pannelli saranno a nostra disposizione e potremo appenderci le nostre magliette, i nostri pieghevoli, i nostri cartelli, ma …...........

alla prossima puntata il racconto di domenica 26 giugno, giornata faticosa, ma di grande soddisfazione.

Giovedì, 23 Giugno 2011 18:46

La voce della tastiera nei secoli

Il Germoglio Le Vele

Ass. di Promozione Sociale Soc. Coop. Soc. – Onlus

in collaborazione con

l'Amministrazione Comunale di Vaprio d'Adda

La voce della tastiera


nei secoli

Michele Fedrigotti, pianoforte

Sabato 02 luglio 2011 – ore 21

Sala Consiliare – Comune di Vaprio d’Adda

Ingresso libero

Prima parte

G. Frescobaldi Canzona IV

Aria detta “La Frescobalda”

J. Bull Preludio in Do

M. Peerson The Primerose

J. Bull Preludio in La

W. Byrd O Mistris myne

La volta

D. Scarlatti Sonata in si m L 33

Sonata in si m L 449

W.A. Mozart dalla Sonata kv 332 in Fa M – Allegro

L. van Beethoven Sonata op 27 n° 2

(“Al chiaro di luna”)

Seconda parte

F. Chopin Scherzo in Do# m op 39

F. Liszt Ballata in Si m

J. Williams Schindler’s list – Theme

C. Chaplin Limelight

E. Morricone Once upon in America

(Elab. Fedrigotti)

N. Rota Medley di temi dai film :

(Elab. Fedrigotti) Il padrino, Il gattopardo, Amarcord,

Romeo e Giulietta, 8 ½ , La dolce vita

Michele Fedrigotti

Pianista, compositore, direttore d’orchestra e didatta, svolge un’intensa e varia attività musicale. Dedicandosi ad un repertorio molto vario, dall'antica musica per tastiera alla musica contemporanea, ha collaborato con alcuni degli artisti e degli enti più importanti, in Italia ed all’estero. Tra questi ricordiamo C. Fracci, F. Battiato, Alice, M. Ovadia, A. Carfi, G. Russo, i registi cinematografici G. Piccioni e G. Campiotti, il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro Gioco Vita di Piacenza, La Fenice di Venezia, il Regio di Parma, i Comunali di Bologna e Firenze, l’Opera di Genova, Il Teatro Nazionale di Varsavia, il Teatr Wielki di Poznan, la Czech Symphony Orchestra di Praga, l’Orchestra sinfonica della Radio e Televisione rumena di Bucarest, l’Orchestra Nazionale della Moldavia, la Royal Philarmonic di Londra.

E' autore di brani da camera e per orchestra, di musica da film e di musica per l'infanzia.

Già direttore (1997/2008) dell’Accademia Vivaldi di Locarno, è docente di pianoforte presso il Conservatorio di Alessandria.

www.michelefedrigotti.it www.myspace.com/michelefedrigotti

Pagina 8 di 11