Ricerca articoli

Administrator

Administrator

Domenica, 15 Marzo 2009 16:06

bocce

BOCCE : CHE PASSIONE


Chi trova un amico trova un tesoro, noi del Germoglio ultimamente abbiamo trovato la grotta di Aladino, piena di tesori.

Avevamo un .......

Problema da risolvere:

“”” Il Germoglio deve partecipare alla gara di bocce a Monza il 1° marzo 2009 facendo bella figura.

Considerando il fatto che praticamente nessuno sa giocare come faranno i germoglietti a non fare una figuraccia?

Risoluzione


Martedì, 13 Gennaio 2009 19:08

attività del germoglio

Le nostre attività:


Il 2008 è stato un anno ricco di iniziative. Il rinnovato direttivo ha portato entusiasmo ed energie fresche per intraprendere nuove e interessanti attività.

Possiamo dire che il Circolo Arci sta acquisendo una sua identità sempre più chiara e concreta. Ci sono tempi e luoghi per produrre idee, per acquisire delle nuove competenze, per trascorrere insieme momenti piacevoli e per svolgere attività che sostengano finanziariamente l’associazione. Non ci sono barriere culturali, sociali e politiche che impediscano di tenere buone relazioni: si collabora con chiunque condivida i nostri scopi sociali che, nella sostanza, sono quelli di offrire opportunità abitative, di lavoro, e di reciproca amicizia con persone con cui si ha affinità.

Ci sono due tipologie di attività: quelle socio-culturali e promozionali per produrre idee e competenze e quelle più produttive che sostengono l’associazione anche finanziariamente.

Una per volta vorremmo farvi conoscere queste nostre attività, che per il momento sono principalmente quattro di cui due che producono reddito, il bar e il servizio di massaggi ayurvedici e riflessologia e due puramente socio culturali e promozionali, la biblioteca e la redazione.

lettino Massaggi e riflessologia

Mercoledì, 01 Luglio 2009 19:51

parliamo di economia

LA RICERCA



La ricerca è complessa.

Bisogna elaborare una strategia, portarla fino in fondo.

Ricercare fa parte del gioco dell’uomo.

Si parla tanto di ricerca nelle multinazionali.

Si spendono miliardi di euro.

Ma la vera ricerca la fa l’uomo nel piccolo.

In genere si inizia a ricercare da ragazzi o da uomini adulti, quando i soldi sono pochi.

In genere è una ricerca interiore: si esprimono desideri, si fanno strategie; si cerca un lavoro, per esempio. Grossi capitali per la ricerca sono inutili.

Di solito l’uomo che ancora ha bisogno di piccole cose fa la ricerca giusta.

Si ricerca l’ IMMENSO, Dio. Si prega, si elabora, si ricerca nel piccolo, si fanno tante preghiere.

Come per esempio nelle piccole medie aziende italiane la ricerca viene spontanea.

La ricerca nel piccolo è quella che produce grandi cose.

Ma la ricerca di Dio è la più importante.

BOBO

Sabato, 20 Giugno 2009 21:01

Poetando

Sogno

 

Il blu profondo della notte mi fa brillare

dei suoi colori e come un lupo in agonia

guardo lady White e ululo per scatenare ciò

che è incatenato dentro me.

Un agguato, una canzone ... niente da dire

solo un urlo, una parola per esprimere cos'ho dentro

e ululo ancora più forte perché la mia luna mi senta

e mi copra del suo splendido candore,

velluto, seta e amore

 

 

Monica Tortorelli – 2008 -

Martedì, 03 Marzo 2009 19:15

la felicità

La felicità non è irraggiungibile.

E difficilmente raggiungibile a 20 anni, ma a 20 anni si ha l’entusiasmo giovanile.

Appare verso i 40 anni la possibilità di essere felici. Non è indispensabile lavorare, ma bisogna creare.

A 40 anni è facile mettersi in proprio, a 40 anni è possibile tendere all’indipendenza economica.

Verso i 50, c’è chi ci riesce prima, si può ottenere la felicità.

La FELICITA’ spesso è fatta di piccole cose. Un colloquio, una notizia, una giocata.

Per taluni fumare aiuta ad essere felici, bere caffè fa venire la giusta adrenalina, scommettere al calcio e ai cavalli procura forti emozioni.

Amici e figli procurano la massima felicità, forse meno le donne.

Felicità è intraprendere, lavorare, scommettere ed impegnarsi per il futuro.

La felicità è perseguibile, raggiungibile, ottenibile.

La felicità è aiutare gli altri.



BOBO

Venerdì, 12 Dicembre 2008 18:36

Come foglie al vento

 


_E sia il vento, come il niente

soave, lento, corroso, potente

respiro e ti catturo per un attimo.

Vento afoso, vento eterno,

vento di una poesia ... vento del

vortice di un bacio che ti porta via

e come le foglie d'autunno

che cadono al tuo soffio ....

via ... in cerca di nuovi amori.

 

Monica Tortorelli – 2008 -

Domenica, 16 Novembre 2008 14:23

Riflessioni

Vaprio d'Adda, la chiesetta di San Colombano, un concerto, un pianista al centro dell'altare intento, su di un magnifico pianoforte a coda, situati su di un tappetto rosso, accarezzati da una luce calda e soffusa; questo è ciò che si è presentato la sera del 25 settembre

Varcare la soglia della chiesetta è stato come entrare in una dimensione magica che, poco alla volta si è riempita di note ed armonie sapientemente modulate ed espresse.

Il pianista. Michele Fedrigotti, ha eseguito brani di Chopin, ma dire eseguito è riduttivo, perché Lui, in ogni tasto che toccava ha messo l'anima e la passione, facendo così vibrare anche la nostra sensibilità, tanto da colmarci di gioia, stupore, pause piene, melanconici accordi, per sfociare nell'inaspettato trionfo della musica.

Inutile dire che tale talento è supportato da una tecnica eccellente, il connubio che permette di definire la grandezza di un vero artista.

La musica accompagna la mia vita e per onestà devo dire che la classica non è quella che prediligo, ma in questa circostanza, che mi ha impregnato emozioni, mi ha lasciato la tentazione di esplorarla di più.                                         

Mary Pink

Giovedì, 25 Settembre 2008 09:00

Un saluto da Rosy



Nel maggio del 2007 ho conosciuto, tramite amici comuni, un signore gentile che mi ha parlato di un suo bellissimo sogno, un germoglio piccino che avrebbe voluto veder crescere rigoglioso e robusto.

Me ne ha parlato così bene, con tanto entusiasmo che mi ha incuriosita e gli ho chiesto di farmi conoscere questo bellissimo germoglio.

Ed eccomi entrare per la prima volta nella vita dell'associazione “il germoglio” , parlare con i soci fondatori, restare affascinata ed innamorarmene immediatamente.

Quel sogno ora è anche mio, non siamo volontariato, ci tengo a dirlo, lavoriamo per noi stessi, per raggiungere l'ambizioso traguardo di aiutare chi esce dalla malattia psichiatrica a ritrovare l'autonomia del vivere quotidiano, in compagnia di un amico o di un'amica, solo con supporti minimi.

A molti, troppi, fa paura sentir parlare o avvicinarsi alle malattie psichiatriche, invece io ho scoperto un mondo ricchissimo di attenzione, affetto, sofferenza, capacità, creatività, mi sono sentita accolta ed accettata.

Una persona che soffre di questi disturbi mi ha detto “certo, noi abbiamo dei problemi, ma voi avete altri problemi” , è vero, per questo ci stiamo aiutando vicendevolmente con grande impegno e fiducia reciproca.

In questo anno, o poco più, molte cose che erano nella mente ora sono avviate, altre sono in gestazione e altre ancora arriveranno, io sono diventata la presidente del germoglio e tutti insieme stiamo diventando grandi in armonia ed amicizia.

Rosy

Sabato, 28 Agosto 2010 21:57

L'avventura continua

Armati di tanta buona volontà, e di ben due lampade, si parte per la seconda serata.

Beh la nostra esposizione per raccolta fondi è nettamente migliorata, il primo tentativo non era tanto bellino, oserei dire che è stato più un appoggiare che un esporre, va beh sbagliando si impara.

Arriva il buio ….. ebbene si “sia fatta la luce e la luce venne” ……….. e pure le zanzare!!!!

Le palette acchiappa zanzare ….. a casa, ma va, che novità!

Per fortuna il nostro vicino di stand era armato elettricamente di paletta ed ha fatto un salto da noi facendo una piccola strage.

In conclusione: prima serata dimenticato luci, seconda serata palette …. Alla terza cosa si dimenticherà ….. speriamo di essere qui tutti interi, le teste ce le siamo ricordate, se non altro perché stanno attaccate al collo.

Evviva, evviva, evviva, evviva, evviva, giuro gli evviva non sono troppi: non abbiamo dimenticato niente. Le luci ci sono, per le zanzare lampada blu e paletta elettrica, e l’esposizione ………………finalmente come si deve, sembriamo quasi degli espositori veri.

Tutto comincia bene ci hanno anche trasferito lo stand, vicino alla cassa degli Amici Vapriesi, in posizione tranquilla.

Dicono chi ben comincia è a metà dell’opera: vero, verissimo …… se non fosse stato per il temporale.

Nonostante l’odissea delle cose dimenticate sono state delle serate gratificanti ed oserei dire anche rilassanti, grazie alla simpatia dei partecipanti e per l’accoglienza e la grande disponibilità degli Amici Vapriesi, grazie a tutti!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Sabato, 28 Agosto 2010 21:49

Chi trova un amico

Ormai da tre settimane è finita l'avventura della festa degli Amici Vapriesi e, con i soliti tempi biblici, eccoci qui a cercare di esprimere le nostre emozioni, raccontare le nostre esperienze, proporre le nostre speranze.

Tutto è cominciato in un'assolata mattina di domenica, quando Giordano mi ha fermata mentre transitavo sul sagrato della parrocchiale di Vaprio e mi ha chiesto se fossi disposta a dare una mano per l'imminente festa dell'Associazione Amici Vapriesi.

Io sono da sempre convinta che la collaborazione sia l'ariete che sfonda tutti i muri e che apre le porte, arricchendoci tutti, e proprio per questo ho aderito entusiasticamente.

Eccomi quindi, sentendomi piccina piccina e un po' intimidita, a presenziare ad una riunione degli Amici, si parla anche della festa, caspita, quanti costi, quanti problemi, che organizzazione!

Mi sento sempre più minuscola, ma ci sono, voglio dare il mio piccolo contributo, come rosy, certo, ma soprattutto come Germoglio, vorrei che la nostra piccola ma coraggiosa associazione fosse più conosciuta.

Ecco che mi presento, tutti mi accolgono come se fossi di famiglia, mi piace questo clima, e mi chiedono se altri soci del Germoglio potranno partecipare come volontari alla festa.

Pagina 10 di 11